storia della lasagna

Storia della Lasagna

Storia della Lasagna

Abbiamo ripercorso la storia della lasagna spulciando tra i ricettari medievali e rinascimentali.

La parola lasagna deriva dal greco antico λάσανα / lasaña che significa “treppiede cucinare.”

La Lasagna era un piatto consumato già ai tempi dei romani.

Con il termine greco “laganon” e il latino “laganum” indicavano un impasto di farina di grano e acqua che serviva per creare sfoglie quadrate o rettangolari, succesivamente cotte nel forno o sul fuoco e farcite con della carne.

Anche i Greci cucinavano le loro lasagne nel formato strisce di pasta tagliata a quadri, cotte nella pentola oppure su piastra condite poi con verdure, legumi o formaggio.
 

Ovviamente ripercorrendo la storia della lasagna troviamo antichi piatti che non avevano nulla a che vedere con l’attuale lasagna alla bolognese che conosciamo.

Per secoli le lasagne rimasero analoghe a quelle dei Greci e dei Romani.

La Lasagna è uno dei formati più conosciuti e citati, l’uso era quello di lessare gli impasti di acqua e farina, bisognerà aspettare il XIV secolo per iniziare a vedere le prime importanti varianti.

La storia della lasagna e le varianti nei secoli.

Le Lasagne cambiarono aspetto e sapore solo quando Francesco Zambrini aggiunse nel suo libro, dedicato alla cucina del sec. XIV pubblicato a Bologna, la ricetta delle lasagne alternando pasta e farcitura a base di formaggio.

Tuttavia non si conosce il momento preciso in cui le lasagne alla bolognese
comparvero sulla tavola e nemmeno l’Artusi ne fa menzione nei suoi testi.

All’inizio del secolo scorso entrano in gioco le conoscenze e la fantasia di alcuni ristoranti bolognesi che proposero alla loro clientela le varianti della lasagna.
 
Nel 1935 Paolo Monelli ne consacrò definitivamente il successo citandole nel suo “Ghiottone errante”.
 

Ma non facciamoci ingannare: ogni famiglia ha la sua propria ricetta, e ne possiamo trovare in diverse varianti.

Perciò, per la buona pace della tradizione, l’Accademia Italiana di Cucina ha esaminato le varie ricette e consultato quelle appartenenti alla tradizione delle famiglie bolognesi, fino a depositare la ricetta delle Lasagne alla Bolognese presso la Camera di Commercio di Bologna che ne ha sancito l’originalità.

A quanto pare, la lasagna è un piatto che non ha un’origine precisa e ben definita, ma che affonda le sue radici nell’Italia centro-meridionale, da dove ha “risalito” la penisola, diffondendosi in tutte le regioni.

Ma quindi, ti starai chiedendo: quando nasce la ricetta della lasagna con la sfoglia verde, definita “alla bolognese” con il condimento di carne tipico del capoluogo emiliano-romagnolo?

Pensate che il celebre Pellegrino Artusi non fa menzione di una lasagna “emiliana” nel suo trattato di gastronomia “La scienza in cucina” e “L’arte di mangiare bene” del 1891. 

Una dimenticanza? Chissà!

Alcuni dicono fosse perché le lasagne comparivano nelle mense soltanto in occasione delle feste più importanti e che venivano custodite gelosamente all’interno delle famiglie della città e del contado.

La storia della lasagna spece di quella alla bolognese è molto curiosa.

Infatti, risulta che la lasagna alla bolognese preceda di ben mezzo secolo mezzo secolo la comparsa del ragù alla bolognese da cui oggi è inseparabile.

Gli strati di pasta all’uovo erano alternati con spinaci lessati, tritati e ripassati in padella con sugo di carne, questa era la versione “grassa” oppure con burro, cipolle ed erbette nella versione “magro”.

Quest’ultima ricetta si presta ancora oggi per fare una semplice, ma gustosa lasagna vegetariana.

Fin dalla loro nascita le lasagne si caratterizzano come portata da servire nelle occasioni speciali, simbolo dell’opulenza della cucina italiana.

La differenza con altre portate a base di pasta che per diversi secoli sono state condite con solo burro e formaggio, stava nel fatto di avere un alimento sostanzioso e ricco di varianti.

Anche in futuro la storia della lasagna si evolverà di nuove varianti.

Le Lasagne oggi possono rappresentare un perfetto terreno di sperimentazione con accostamenti nuovi e interessanti, ma anche di riscoperta di ricette antiche ormai dimenticate ma ottime.

Non ci possiamo stupire più di tanto nello scoprire nuove varianti in cucina e nuovi sapori delle lasagne.

I puristi solo a sentire questa affermazione storceranno il naso ma la spinta innovativa che muove la cucina 3.0 comprende anche osare e suscitare critiche, ma l’importante resta attirare l’attenzione.

D’altronde non si può sempre mettere d’accordo tutti.

Mi auguro ti sia piaciuto questo breve riassunto della storia della lasagna, un viaggio nel tempo per arrivare fino alla nostra lasagna alla Bolognese.

Pasta Buona
Pasta Fresca fatta a mano secondo la tradizione bolognese.

Pasta Fresca fatta a mano con alimenti di prima qualità e secondo la tradizione bolognese.

Clicca qui per acquistare le vere LASAGNE ALLA BOLOGNESE

Oppure chiama per informazioni.

Consegniamo personalmente a domicilio in Bologna e provincia senza costi aggiuntivi ed in tutta Italia tramite corriere specializzato nella logistica alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *